Antica Siena lavora a mano la ceramica senese, una delle più antiche forme d’arte, dal 1979. Questo materiale presenta origini molto antiche: già nella preistoria, l’uomo lavorava l’argilla e la cuoceva per indurla a conservarne la forma (si trattava per lo più di ciotole e vasi). Nella società moderna,  la ceramica è l‘unica testimonianza tangibile che ci è rimasta delle antiche civiltà. A renderla ancora oggi così apprezzata, è la sua plasticità che, se miscelata con acqua, diventa morbida e conserva la forma che le viene data. Tutte le nostre opere d’arti vengono realizzate a mano da esperti professionisti che, con grande cura e passione, sono in grado di produrre meravigliosi e unici complementi d’arredo e utensili. Qui di seguito, ti spieghiamo il nostro antico metodo di lavorazione.

La lavorazione della ceramica di Antica Siena

Il nostro lavoro prevede una serie di passaggi che vengono sempre eseguiti con grande rigore e disciplina.  Per prima cosa, impastiamo la ceramica e controlliamo che non ci siano delle impurità.

Dopodiché, procediamo con la modellatura: è un’operazione estremamente delicata che serve a dare la forma del nostro oggetto.

Prima cottura della ceramica

Quando la forma è pronta, si passa alla prima cottura: in un forno inseriamo la ceramica che cuoce ad una temperatura di 1040 gradi. Durante questa fase, la ceramica diventa dura e molto resistente. Devi sapere infatti che, a contatto con alte temperature, la ceramica prende vita: l’acqua evapora e lascia al posto al fuoco che fissa le forme della nostra opera d’arte. La prima cottura serve, in poche parole, a dare vita alla ceramica

Decorazione della ceramica senese

Una volta tirata fuori dal primo forno, la ceramica viene sottoposta a decorazione e smaltatura.  Noi di Antica Siena realizziamo tutte le decorazioni a mano libera, donando loro unicità. Gli oggetti delle nostre collezioni sono infatti tutti diversi l’uno dall’altro. Per la decorazione, utilizziamo colori sottosmalto, soprasmalto e dei pennelli di varie dimensioni. A cosa ci ispiriamo? Alle collezioni del passato, alla storia di Siena, alla sua cultura, alla sua architettura e anche a collezioni private senesi. 

Smaltatura ceramica senese

Dopo la decorazione delle nostre opere d’arti, si passa alla smaltatura. Quest’ultima si ottiene immergendo gli oggetti in vasche contenenti uno smalto che aderisce perfettamente alla sua superficie. Lo smalto ha una funzione fondamentale:  è un rivestimento vetroso composto da silice allumina e fondente che serve a preservare l’oggetto, ravvivare i colori e renderlo ancora più luminoso. Grazie a questo procedimento, i clienti possono lavare molti dei nostri pezzi anche in lavastoviglie senza il rischio di rovinare l’oggetto. 

Ultima cottura della ceramica

Applichiamo lo smalto sulla ceramica dopo la prima cottura; successivamente, inseriamo gli oggetti in un grande forno a 980 gradi. Quest’ultimo passaggio serve a fondere lo smalto e trasformarlo in un rivestimento duro e impermeabile. Durante la seconda cottura inoltre, i colori, cuocendo ad alta temperatura, si fondono con lo smalto e diventano ancora più brillanti e intensi

Il risultato di questo lungo lavoro è una stupenda d’arte che darà alla vostra casa e ai vostri ambienti una nuova luce e bellezza

piatti ceramica Sienese